Passo a due

 

La street photography non vuol esser solo uno strumento di denuncia, ma è e deve essere anche lo stagno incantato dove ritrovare i momenti di poesia che altrimenti andrebbero irrimediabilmente persi.

passo a 2 -

La nostra memoria ormai si è trasformata in un armadio pieno di numeri: il pin del bancomat, il pin del telefono, la password del pc in ufficio, del pc di casa, le credenziali per accedere ai portali dei servizi e via dicendo. Nel mare magnum  delle nozioni che dobbiamo tenere in mente per la quotidiana sopravvivenza resta poco spazio per la dolcezza, per la poesia, per un ricordo commovente. Il fotografo ha il preciso dovere di cogliere quei momenti soprattutto quando il valore poetico di questi non viene riconosciuto nemmeno da chi li sta vivendo in prima persona.
I turisti che da ogni parte del mondo arrivano a Roma spesso hanno negli occhi l’essenza stessa della poesia, talvolta sembra addirittura che camminino ad un metro da terra. Li vediamo stanchi e provati, spesso esasperati dalle tante carenze che gravano sulla città eterna, eppure sempre felici, di una felicità senza incertezza alcuna, entusiasti, ebbri come ad un baccanale. Come danzatori si librano nelle strade del centro con sguardi piroettanti, con la smania di provare tutto e con la malcelata paura di perdersi qualcosa. Qualsiasi cosa sia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...