La bellezza

La bellezza, ovvero il peccato originale

La vita delle donne belle non è semplice come sembra. E’ come se dovessero perennemente giustificarsi per un dono che i più non hanno avuto il privilegio di ricevere. Spesso bistrattate e giudicate spietatamente, basta un niente per farne delle donne poco serie, un sorriso cordiale e privo di intenzioni, un vestito più aderente del solito, un nuovo taglio di capelli. Talvolta anche la loro semplice presenza.

DSC_0033 LETIZIA studio bnw

Le donne belle fanno meno fatica delle altre ad imporsi? Niente di più falso. E’ come se dovessero sempre dimostrare di avere un cervello, di avere cultura, di essere persone puntuali e infaticabili. Come se dovessero espiare tutta la vita una colpa primordiale, un peccato originale del quale sono portatrici sane. Tutta una vita a dimostrare che la bellezza è un accessorio, mentre la sostanza è tutt’altra.

I paladini del pregiudizio facile

Il tempo non perdona tuttavia. Molte belle donne sperano che la vecchiaia le escluda da mille beghe inutili e faziose, ma non sempre il tempo gioca a favore in questi casi. La bellezza resta, anche sotto le rughe, anche sotto i dispiaceri e il continuo affannarsi. Il pregiudizio non si spegne con il trascorrere degli anni e i cambiamenti climatici. E non si spegne nemmeno con il progredire della specie umana, con le maggiori possibilità d’accesso alla cultura, con la maggior fruizione dei media. Non si spegne perché è una spina che resta conficcata nel fianco del latente perbenismo della porta accanto, nell’educazione familiare formato TV contenitore, nelle coscienze dei progressisti internettiani che leggono solo i titoli. Tutti abbiamo additato almeno una volta nella vita una bella senz’anima. E chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Alla bellezza perdoniamo ogni errore possa compiere, proprio perché alla bellezza chiediamo di essere unicamente ciò che è. Quasi fosse una contraddizione nei termini pretendere dalla bellezza altro rispetto al tutto che già rappresenta. Essere donne belle e buone madri, donne belle e oneste lavoratrici, donne belle e intelligenze superiori sono fenomeni che esistono in natura. Ci sono stati svariati avvistamenti e i detrattori sono pregati di informarsi. O quanto meno di aprire la mente, prima degli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...