Series

METAFISICA DELLE ONDE

Stavolta parliamo di uomini. Anzi di uno solo.
A breve inizierò a lavorare su un nuovo progetto che vedrà come protagonista un uomo. Cercherò di raccontare attraverso il suo quotidiano storie che possano descrivere il mondo maschile ad di là dei cliché e del comune pensare.
Gli uomini ormai passano per organismi semplici agli occhi degli osservatori frettolosi, mentre in realtà celano molte più insospettabili pieghe di quanto si possa immaginare.  Si tende ad avere opinioni monolitiche al loro riguardo: sono quel che fanno, sono ciò che li appassiona. Ma sempre povera e triste sarà la vita di chi si accontenta del pregiudizio.
Questo sarà un viaggio che partirà dall’acqua, elemento semplice, fisico, tangibile; e dal pensiero, elemento complesso, essenziale, immateriale. La destinazione sarà mostrare gli sviluppi reconditi che tale unione riuscirà a creare. E se non sarà filosofia, infine sarà poesia.

 ANNUARIO FEMMININO: 12 DONNE IN UNA DOPPIA DIMENSIONE

“Annuario Femminino: 12 Donne” è una serie di ritratti effettuati in due dimensioni diverse: una data da un ambiente esterno e l’altra da uno interno. Scopo primario del progetto è dare luce alle pieghe recondite della sfera femminile, rappresentare quindi le donne  quando sono immerse nella vita pubblica e quando sono avvolte nel loro mondo privato. I volti non sono quelli di modelle professioniste, ma di donne normali, senza alcun pregresso artistico. Sono 12 donne di età compresa tra i 17 e i 65 anni che sono state scelte per rappresentare le varie fasi della vita femminile: gli anni spensierati della scuola, gli anni della caparbietà di imporsi nel mondo del lavoro, gli anni del desiderio di maternità, gli anni di transizione all’età matura ed infine la serenità di aver portato a compimento i propri doveri familiari e lavorativi. Annuario Femminino nasce per affermare – ancora e sempre – che le donne non possono essere ancora considerate alla stregua di decorazioni per un calendario, che non possono ancora essere valutate professionalmente per fisicità,  per età o peggio per pura questione di genere,  che  non possono più essere discriminate in campo lavorativo perché madri o aventi cura di genitori anziani. Obiettivo del progetto è accendere la discussione  sui tanti cliché che ancora pesano sulla condizione femminile, per porre l’accento – ancora e sempre – sulla fatica fisica, ma soprattutto esistenziale di chi è costretto a intersecare pubblico e privato in ogni attimo della propria vita. Spesso senza l’aiuto di nessuno.

PERCORSI DIS-OBBLIGATI

Percorcropped-ton-sur-ton-definitiva.jpgsi dis-obbligati è un progetto di street photography che nasce dalla necessità di raccogliere in un’unica sede tante storie accumulate nel tempo. La scelta di adottare la strada come luogo simbolico di questa raccolta deriva dall’intenzione di tessere una trama narrativa laddove  albergano le più svariate verità, ognuna con una sua ragione di essere, quand’anche  risultasse contraria, poco visibile o volutamente non osservata. La strada è il luogo fisico, ma anche l’angolo invisibile dove tanti si rifugiano nel proprio individualismo e dove altri lo rifiutano diventando parte stessa del selciato che li ospita. Nel mezzo si staglia il mirino della  macchina fotografica a far da anello di congiunzione tra ciò che nascondiamo di noi e da ciò che fingiamo di non vedere negli altri.